Efkrato – Tsounati

Grazie a Efkrato per averci inviato il suo olio EVO.

AziendaEfkrato
Anno di raccolta2019 – 2020
CultivarTsounati 100%
TerritorioCreta- Grecia
Metodo di RaccoltaRaccolta anticipata – Manuale con facilitatori elettrici
Metodo Di EstrazioneContinuo, due fasi – Estratto a freddo
Molituraentro 6,5h
DenominazioneBio – Organic
Degustato aLuglio 2020

Creta è un luogo magico all’interno della magica Grecia, sicuramente la prima terra di elezione storica dell’Olio di Oliva ed oggi uno dei maggiori produttori mondiali di qualità. Nell’isola sono decine di milioni gli Ulivi presenti e tra queste alcune piante della varietà Tsounati danno vita a Efkrato, Olio Extra Vergine di Oliva Monocultivar Bio da Creta. In bilico tra il passato e il presente i sentori di quest’olio ci ricordano la tradizione con le loro note di foglia di ulivo e oliva ma si proiettano nel futuro grazie alle moderne tecniche di produzione: coltivazione in regime biologico, raccolta precoce, estrazione a freddo e propensione all’Export come quasi tutta l’industria olearia cretese. 

Noi l’abbiamo sposato a un classico della cucina mediterranea, l’insalata mista, ma gli abbiamo dato un tocco più audace, cosmopolita e globale augurandogli di viaggiare lontano. Volete scoprire quale? Leggete la nostra recensione.

Analisi Visiva

L’olio EVO Efkrato appare di un acceso giallo limone, brillante.

Sentori Olfattivi

All’analisi olfattiva l’olio EVO Efkrato ha una decisa componente vegetale. Tra i vari sentori si percepiscono: oliva e foglia di olivo, mandorla, erba tagliata, sedano, fieno, pomodoro a media maturazione ed in chiusura un delicato sentore di erbe Mediterranee, tra cui la Maggiorana

Gusto e aromi

Piccante

Amaro

Al palato l’olio EVO Efkrato si presenta delicato ma con carattere: i suoi sentori vegetali solleticano le papille gustative con un mix di aromi verdi quali oliva, rucola e mandorla accompagnati da sentori più “dolci” di sedano, lattuga e salvia. Sul finale è percepibile la sensazione di piccante, che va ad accendere piacevolmente la gola. Leggermente amaro.

Amiamo abbinarlo con…

Scopri come si abbina l’olio extra vergine di oliva al cibo nella nostra guida: Come abbinare l’olio extravergine con il cibo.

Efkrato si presta bene ad accompagnare Vegetali e Carni Bianche nelle loro varie forme: bruschette, paste fredde estive, insalate di riso e cereali, insalate verdi miste, zuppe e vellutate, tacchino e pollo piastrati o saltati in padella ma anche preparazioni vegan quali burger o polpette di tofu, legumi o verdure.

Preferite le bruschette e le preparazioni che abbinano sottaceti, pomodoro e cetrioli, o perchè no anche verdure come zucchine, melanzane, olive, capperi e peperoni. Ottimo anche su antipasti con uova e tonno. Armonizza bene il sapore di paste fredde estive e insalate di cereali come insalata di pasta mediterranea, con tonno, mais e pomodorini o vegetariane. Utilizzabile anche per la preparazione di pesti con rucola e pomodori secchi e salse di accompagnamento ad insalate verdi come Guacamole, Hummus di Ceci o il celebre TzatzikiAbbinabile anche a zuppe di cereali e verdure quali zucca, pomodoro, carote, fagioli, lenticchie, piselli. Da provare su pollo e tacchino con contorni di verdure.

Noi l’abbiamo provato pensando ad una insalata estiva che possa unire in un’unica ciotola sia l’Europa che l’America: insalata verde mista con Pomodorini di Pachino IGP, Mango, formaggio Caprino, Crostini di Pane, Bacon e Miele con un goccio di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e una spruzzata di Lime. Ovviamente il tutto accompagnato dalla nota di olive verdi, lattuga e pomodoro di Efkrato a legare il tutto.

Efkrato

“EFKRATO viene prodotto in un piccolo uliveto familiare nel nord di Creta. Amiamo e rispettiamo il nostro uliveto che generosamente ci regala i suoi frutti ma anche è casa di lumache, erbe selvatiche spontanee quali il finocchio, capperi, asparagi selvatici. Tutto ciò è una vera e propria componente basilare della nostra identità. Proprio per questo utilizziamo metodo di coltivazioni che si attengono moltissimo alla coltivazione in regime biologico e sempre per questo motivo è per noi impossibile applicare i grandi meccanismi e le operazioni mastodontiche che contraddistinguono la produzione di massa dell’olio di oliva. “Cooperiamo” per fertilizzare il terreno con i cavalli e le pecore che ci ripagano in maniera “naturale” dell’erba selvatica che mangiano nei nostri uliveti.”

Le olive sono raccolte e selezionate a mano una ad una, e solo quelle nelle più eccellenti condizioni sono utilizzate per la produzione di Efkrato. L’estrazione dell’olio è giornaliera, fatta entro 6.5 ore dalla raccolta. Solo i lotti con le caratteristiche organolettiche migliori vengono imbottigliati. Raccogliamo le olive prima della maturazione del frutto, per produrre quello che gli antichi greci chiamavano “ωμοτριβές” (olio ottenuto da olive raccolte precocemente), che fin dai tempi antichi è considerato il miglior olio di oliva.

Ekfrato www.efkrato.gr (In costruzione) www.instagram.com/efkrato/ www.facebook.com/EFKRATO/

Territorio & Regione

Creta

Ci sono almeno 3 buone ragioni per considerare Creta uno dei luoghi ideali per la produzione dell’Olio di Oliva: il territorio perfettamente adatto alla coltivazione dell’Olivo, con clima mediterraneo e colline basse, assolate e ventose, la storia millenaria che ne ha accompagnato la sua commercializzazione nei secoli e la dieta e l’alimentazione dei locali che, in pieno stile mediterraneo, da sempre utilizzano l’olio di oliva come insostituibile fonte di grassi e polifenoli. Per la civiltà Minoica, che per più di un millennio ha abitato l’isola di Creta prima dell’epoca dei grandi imperi, l’olio di oliva era così importante da accompagnare i riti sacri e religiosi del suo popolo, e nel palazzo di  Knossos era presente addirittura un frantoio con una pressa per le olive.

Scopri le altre regioni.

Cultivar

Tsounati

La cultivar Tsounati è una varietà di olive nota anche come Matsolia, Mastolia, Mouratolia e Mastoeidis. Questa cultivar è ampiamente presente in Grecia, dove viene consumata principalmente come oliva da tavola. Gli ulivi di Tsounati sono abbastanza resistenti alle basse temperature (alcune colture possono raggiungere quote molto alte) e la resa in olio d’oliva risulta essere elevata.

Scopri le altre cultivars.